Sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2017-19.


Il bando è chiuso, ma è ancora possibile presentare domanda per alcuni posti disponibili.

Introduzione

L'uso di alcol, droghe e tabacco è una delle principali preoccupazioni per la maggior parte dei governi di tutto il mondo. Per questo è cresciuta la collaborazione internazionale su politiche e strategie per affrontare le cause e i problemi connessi all’uso di sostanze psicoattive.
Parallelamente c’è stato un aumento della produzione di prove scientifiche a supporto degli interventi.
Ma qual è il problema che tutte queste misure intendono risolvere o migliorare? C’è una visione unanime della natura dei problemi e delle soluzioni da parte di medici, antropologi, economisti, consumatori di droghe e alcol, politologi, ricercatori, produttori e commercianti? Come mai esistono ancora notevoli differenze tra le politiche di controllo dell’uso di sostanze?

Perché un master Europeo?

L'Europa – come la stessa Italia - contiene una vasta gamma di culture, credenze e comportamenti relativi al consumo di bevande alcoliche e altre sostanze psicoattive legali e illegali. Tuttavia la maggior parte degli studi sull’argomento sono condotti negli Stati Uniti o in Australia.
Come questi possono essere utili per comprendere la situazione dei paesi europei? Come sarebbero accolte nei diversi paesi europei l’aumento dell’età consentita per l'acquisto di alcol o la proposta di legalizzare sostanze psicoattive oggi illegali? Questi sono solo alcuni dei quesiti sui quali verterà il programma del master.
Gli studenti saranno coinvolti, in una prospettiva multidisciplinare e internazionale, nell’esame critico delle evidenze scientifiche - su come vengono prodotte, diffuse e recepite - e della loro rilevanza nei diversi contesti politici, sociali, economici e culturali.
L'attenzione sarà focalizzata sull'Europa senza negare la rilevanza delle influenze internazionali globali e allargando il campo anche ai paesi vicini.
Il master intende fornire agli studenti: le conoscenze e le competenze necessarie per indagare e analizzare le implicazioni psicologiche, sociali e sanitarie derivanti dal consumo di alcol e di droghe e le possibili risposte ai problemi che ne derivano, oltre agli strumenti necessari per affrontare nella pratica clinica e nella prevenzione un fenomeno in continuo mutamento.
Gli studenti del master si confronteranno con docenti europei e con un gruppo di studenti proveniente da diversi paesi europei, dall’Africa e dal Medio Oriente e avranno l'opportunità di condividere risultati di ricerca, esperienze e conoscenze personali. Avranno inoltre la possibilità di frequentare eventuali tirocini nelle Università partner.
Il master è parte dell’offerta formativa dell’Universitad Miguel Hernandez de Elche (Alicante, Spagna), dell’Università di Aarhus (Danimarca), dell’Università Middlesex (Londra, Gran Bretagna) e dell’Università del Piemonte Orientale (Novara, Italia).

A chi è rivolto?

Il master si rivolge a figure strategiche nel campo della prevenzione, cura e riabilitazione delle dipendenze patologiche. In particolare a coloro che intendono acquisire una formazione e un titolo, oltre che una rete di relazioni internazionali, che possa favorire l'acceso a posizioni apicali e di coordinamento a livello di azienda sanitaria, di ente privato, ma anche di altri enti e istituzioni a livello regionale e nazionale.
Si richiede visione strategia, ambizione culturale, curiosità intellettuale, conoscenza della lingua inglese e disponibilità a viaggiare.
Il master è aperto a tutti i laureati (laurea triennale e laurea magistrale), e in particolare a ricercatori e operatori degli enti pubblici e privati che si trovano in posizione di coordinamento di servizi e progetti di prevenzione, cura, riabilitazione delle dipendenze patologiche, a direttori di strutture aziendali e sovra-aziendali, a professionisti e funzionari regionali impegnati nel coordinamento di attività e progetti sul campo.